Home Politica Taglio dei vitalizi: il pianto di Miccichè

Taglio dei vitalizi: il pianto di Miccichè

74
0
no al taglio dei vitalizi

Gianfranco Micciché non ci sta al taglio dei vitalizi. In un articolo pubblicato sulla cronaca di Palermo della Repubblica, il presidente dell’Ars da sfogo alla protesta. Secondo Micciché quella di Fico è una vendetta contro la vecchia politica. Com’è noto il M5S contesta quello che viene definito un privilegio rubato. La delibera dei 5 stelle prevede un ricalcolo del vitalizio in base ai reali contributi versati. Attraverso questo provvedimento si conta di recuperare un 50% tramite il taglio di 317 assegni.

“Questa non è una proposta, è una vendetta contro chi ha fatto politica – dice a Repubblica oggi in edicola – e io non accetto vendette e demagogia dentro l’Assemblea. Il vitalizio è un diritto acquisito e comunque in molti casi giusto. Io senza il vitalizio non avrei potuto mantenere la mia famiglia dopo aver rinunciato al mio lavoro per fare politica. Lo vogliono tagliare? Bene, finita questa legislatura mi farò mantenere, insieme ai miei familiari, da Cancelleri”. Cancellieri è il vice presidente dell’Ars.

Dunque la vecchia casta fa resistenza contro il nuovo corso voluto dal nuovo esecutivo giallo verde. È dura rinunciare ad un privilegio acquisito in favore della nazione. Gli ex parlamentari hanno già detto di voler fare ricorso contro il taglio dei vitalizi. Quando tocca alla politica improvvisamente le porte si chiudono; inesorabilmente aggiungiamo. Ma il MoVimento 5 Stelle non è intenzionato a fare sconti a nessuno e andrà avanti fino al raggiungimento dell’obiettivo.

Il risparmio stimato che si può conseguire ammonta a 40 milioni di euro all’anno (pari a 200 milioni a legislatura). A ADNkronos il presidente della Camera Roberto Fico ha spiegato l’obiettivo. Le nuove norme entreranno in vigore a partire dal primo novembre prossimo, mentre il termine per la presentazione degli emendamenti è stato fissato al 5 luglio. La discussione avrà luogo nella settimana successiva. “Iniziamo a togliere un privilegio insopportabile – ha sottolineato Di Maio – il vitalizio degli ex parlamentari. Lo abbiamo detto e lo stiamo facendo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here