Home Politica Grillo: risolviamo emergenza migranti con la blockchain

Grillo: risolviamo emergenza migranti con la blockchain

50
0
Grillo: risolviamo emergenza migranti con la blockchain

Sull’emergenza migranti l’Europa si divide e le organizzazioni malavitose ci fanno affari. Tutto ruota intorno al denaro, ma questo si era abbondantemente capito. Sul suo blog Beppe Grillo prova a dare una risposta al problema generato dall’emergenza migranti. L’articolo di Jacopo Berti merita di essere letto integralmente per capire qual è il problema e dove si può intervenire con successo. L’obiettivo è conseguire il risparmio derivante dalla disintermediazione, ossia la capacità di saltare ogni intermediario tra il WFP ed il profugo.

Grazie alla blockchain possiamo eliminare gli intermediari inutili, costosi e gli anelli di una lunga catena che crea spazi per il malaffare. Niente più giri di denaro, niente più favori di politici ed amministratori locali conniventi, niente più mafia che ci guadagna. per capire come può funzionare la blockchain in questo caso l’articolo riprende l’esempio di quanto avviene in un supermercato in Giordania che si trova in uno dei più grandi campi profughi al mondo con 75 mila persone.

Il pagamento delle transazioni avviene tramite un sistema (eye-pay) che consente, con la semplice lettura della retina, di pagare quanto si acquista. Per metterlo al punto si è utilizzata una variante della blockchain Ethereum dal Programma Alimentare Mondiale (WFP). Dunque niente più contanti o carta elettronica, ma una semplice lettura degli occhi per pagare la merce e portarsela a casa. In questo modo il denaro non transita più per le banche. Nel caso in esame i costi sono stati ridotti addirittura del 98%!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here