Home Sport Calcio Milan, nessuna traccia del bonifico di mister Li: ecco cosa può succedere...

Milan, nessuna traccia del bonifico di mister Li: ecco cosa può succedere adesso

450
0

Sono le 18 di venerdì 6 luglio e del bonifico di Yonghong Li non c’è nessuna traccia. Il presidente del Milan avrebbe dovuto ripagare entro oggi il fondo Elliott dei 32 milioni anticipati per l’aumento di capitale, ma ciò non è ancora avvenuto. Ed è improbabile che avverrà, vista la chiusura delle banche asiatiche, alle ore 17, in vista del weekend.

Milan, tempo (quasi) scaduto per Yonghong Li

Non è riuscita, dunque, a mister Li la mossa di ripianare il debito da 32 milioni di euro con l’hedge fund facente capo a Paul Singer, che avrebbe consentito all’imprenditore cinese di guadagnare altro tempo e restare in sella al Milan fino ad ottobre, continuando – nel frattempo – le trattative per la cessione del club a condizioni più favorevoli rispetto a quelle proposte da Rocco Commisso.

Ad ogni modo, se neppure lunedì sui conti correnti del fondo Elliott ci sarà traccia del bonifico da 32 milioni, potrebbero profilarsi due scenari.

Il primo, meno probabile dell’altro, vedrebbe la mossa a sorpresa (e quasi disperata) di Yonghong Li, il quale proverebbe a chiedere altro tempo (magari 24 o 48 ore) al fondo Elliott. È improbabile, comunque, che l’hedge fund di Paul Singer prenderà anche solo in considerazione questa ipotesi. È molto più probabile, invece, che Elliott decida di escutere il pegno e subentrare, conseguentemente, a mister Li alla guida del club rossonero. Sembra essere solo una questione di giorni, dopodiché l’avventura dell’imprenditore cinese al Milan dovrebbe volgere al termine a distanza di appena un anno e tre mesi dall’acquisizione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here