Home Cronaca Cronaca, Soleminis (CA): si costituisce dopo aver accoltellato il padre

Cronaca, Soleminis (CA): si costituisce dopo aver accoltellato il padre

42
0
Cronaca, Soleminis (CA): si costituisce dopo aver accoltellato il padre
Cronaca, Soleminis (CA): si costituisce dopo aver accoltellato il padre

Cronaca – Il delitto efferato di un uomo 52enne ha sconvolto la piccola comunità di Soleminis, piccolo paese in provincia di Cagliari. Si tratta dell’efferato omicidio di un 52enne, ucciso a coltellate dal proprio figlio ventenne, Matteo Carboni. Il giovane, si scopre poco dopo, era seguito da tempo dai servizi sociali del Comune cagliaritano.

Grave fatto di cronaca a Soleminis (CA): uccide il padre a coltellate e poi si costituisce ai militari

L’agenzia si stampa Ansa ha riferito che il giovane omicida, resosi conto del grave gesto commesso nei confronti del proprio genitore, abbia atteso l’arrivo delle forze dell’ordine per costituirsi.

Non sono ancora note con certezza le cause che hanno indotto il giovane a commettere il tremendo delitto. Dopo l’accaduto sul posto sono giunte immediatamente le forze dell’ordine: tra queste i militari della Guardia di finanza del capoluogo cagliaritano, la squadra mobile e il Commissariato di Quartu. Le indagini sono ancora in corso di svolgimento.

Secondo le indiscrezioni riportate dalla stessa fonte il grave delitto sarebbe maturato a causa di dissapori tra la vittima e l’assassino. I due, infatti, avrebbero avuto nei momenti precedenti alla morte dell’uomo un’animata discussione che ha portato poi, purtroppo, all’epilogo delittuoso.

Il giovane assassino, in preda alla rabbia, avrebbe inferto alcuni fendenti mortali sul corpo del padre, utilizzando un coltello o addirittura un cacciavite appuntito. Il 52enne, dopo le profonde ferite subite sarebbe morto per dissanguamento.

I testimoni raccontano che il ragazzo, dopo aver inferto i colpi mortali al proprio genitore abbia deciso di consegnarsi ai militari. Infatti, il ragazzo dopo essersi reso conto dell’atroce delitto commesso nei confronti del padre, avrebbe chiamato lui stesso le forze dell’ordine per costituirsi.

Intanto, gli altri familiari che erano presenti nel momento dell’alterco, sono fuggiti fuori dall’abitazione urlando a squarcia gola, allarmati da quello che stava capitando tra i due.

Le dichiarazioni del sindaco di Soleminis a proposito del grave fatto di cronaca

Si è appreso, infine, che il giovane omicida era seguito dai servizi sociali del Comune, dato che in passato aveva manifestato in più occasioni gravi problemi psichici. Dopo il grave delitto, la prima cittadina della località in cui è avvenuto l’omicidio, Rita Puddu, dichiara agli organi di stampa: «Tutta la comunità è sconvolta. – Poi continua la sindaca – Conosco bene la famiglia. Il ragazzo era seguito dai servizi sociali, faceva dei piccoli lavoretti, scriveva poesie. Sono molto addolorata, l’amministrazione comunale sarà vicina alla famiglia».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here