Home Cronaca India, cuoca avvelena gli ospiti che l’avevano criticata: rischia la pena capitale

India, cuoca avvelena gli ospiti che l’avevano criticata: rischia la pena capitale

19
0
India, cuoca avvelena gli ospiti che l'avevano criticata: rischia la pena capitale
India, cuoca avvelena gli ospiti che l'avevano criticata: rischia la pena capitale

Il fattaccio è accaduto a Mahad, una cittadina sulla costa occidentale dell’India qualche settimana fa. Gli ospiti la prendevano in giro dicendole che non sapeva cucinare. Una cuoca, rabbiosa e desiderosa di vendetta ha quindi aggiunto alle pietanze un potente veleno che ha ucciso 5 persone e ne ha mandate all’ospedale altre 88.

India: cuoca impazzisce ed avvelena i commensali

Protagonista di questa assurda (e tragica) vicenda è Pradnya Survase (24 anni). La donna aveva invitato 250 persone per festeggiare l’inaugurazione della nuova casa in cui lei e suo marito avevano da poco traslocato. Tuttavia, quella che doveva essere un’allegra e spensierata festa, si è trasformato in un evento infernale. I commensali (in particolare i parenti di suo marito) avevano iniziato a criticare Pradnya e le sue pietanze, in quanto immangiabili.

Non era la prima volta: fin da quando si era sposata, la ragazza aveva continuamente subito le critiche da parte di zii, suoceri e cognati per le sue doti culinarie forse un po’ troppo scarse e non all’altezza della situazione. Cosa ancor più grave, in passato la giovane avrebbe ricevuto dai parenti del marito anche insulti di tipo razzista per il colore della sua pelle.

Un esempio? Come leggiamo da Grand Hotel, una delle critiche più ‘classiche’ che Pradnya doveva sorbirsi era la seguente: ‘Sei brutta, nera e non sai nemmeno cucinare!‘. La ragazza aveva imparato a sopportare, ma non ci ha visto più quando tali pesanti insulti si sono ripetuti dinanzi agli ospiti suoi e del marito.

Una spezia mortale nel dahl

Dopo l’ennesima offesa nei suoi confronti, Pradnya ha deciso di mettere all’interno del dahl appena cucinato (una pietanza indiana a base di lenticchie) una spezia mortale: un veleno usato per uccidere i serpenti. La ragazza ha in seguito lasciato che dei camerieri assunti per l’occasione portassero tale pasto agli ospiti che, mangiando il tutto, avevano trovato il piatto abbastanza amaro; tuttavia, conoscendo la scarsa bravura di Padnya ai fornelli non si erano stupiti più di tanto. Per cinque persone (tra cui quattro minori) non c’è stato nulla da fare, altre 88 (tra cui il marito della ragazza) sono state ricoverate in ospedale per una lavanda gastrica. Dopo quanto attuato, la 24enne rischia ora la pena capitale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here