Home Politica ‘Non sparate a salve, sparate a Salvini’: e lui replica prontamente

‘Non sparate a salve, sparate a Salvini’: e lui replica prontamente

280
0
'Non sparate a salve, sparate a Salvini': e lui replica prontamente
'Non sparate a salve, sparate a Salvini': e lui replica prontamente

‘Non sparate a salve, sparate a Salvini‘: è questa la scritta apparsa ieri su un muro universitario in centro a Parma, in via D’Azeglio, cuore del quartiere Oltretorrente. Una scritta che in molti non hanno gradito, più che altro per il contenuto violento e vagamente minaccioso. Il ministro degli Interni ha replicato sui social media, mostrando la foto datata ieri e commentando: “Mi fanno pena, io non ho paura. Andiamo avanti #primagliitaliani“.

Solidarietà a Matteo Salvini

In tanti si son fatti sentire per dare solidarietà a Matteo Salvini. Oltre i tanti commenti su Facebook e Twitter dei fans sostenitori del leader leghista, anche alcuni colleghi politici si son espressi contro il gesto.

“Solidarietà a Matteo Salvini per le scritte minacciose comparse a Parma” ha detto Emanuele Fiano, della presidenza del gruppo Pd della Camera. “Da parte nostra nessuna violenza, nessuna minaccia troverà mai appoggio. Combattiamo la politica di Salvini con la forza delle nostre idee. No alla violenza”.

“La cultura non abita qui e nemmeno l’educazione” ha affermato la deputata parmigiana della Lega Laura Cavandoli.

Forse chi si rende colpevole di questi gesti che incitano alla violenza, non si rende conto di quanto questo tipo di ‘politica’ favorisca la vittima. Insultare, attaccare e minacciare qualcuno in modo aggressivo, ottiene come effetto contrario il simpatizzare della maggioranza nei confronti della vittima.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here