Home Salute Bimba salvata a Firenze, in Brasile non aveva speranze

Bimba salvata a Firenze, in Brasile non aveva speranze

7
0
Bimba salvata a Firenze, in Brasile non aveva speranze
Bimba salvata a Firenze, in Brasile non aveva speranze

Una bimba di 13 anni è affetta da una malattia congenita che aveva reso necessario ricostruire l’intestino. Si trattava di un intervento chirurgico molto complesso. La ragazzina era arrivata dal Brasile in Italia, all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Aveva già subito due operazioni non andate a buon fine, dopo le quali i medici non le avevano dato nessuna speranza di sopravvivere.

Firenze, l’operazione che salva la vita ad una 13enne

L’equipe di ricostruzione intestinale di Firenze, guidata dal professor Antonio Morabito, si è occupata della piccola paziente. Il suo intervento è durato 6 ore. La tecnica ricostruttiva utilizzata è chiamata “Spiral intestinale lengthening and tailorilng”. Il Meyer è l’unico centro europeo per la cura di questa patologia. L’ospedale, come riferito da Ansa, ha diffuso una nota in cui si informa che la ragazzina aveva l’intestino corto e quindi era obbligata alla nutrizione parenterale totale, per via venosa. I medici le hanno ricostruito l’intestino, restituendogli un diametro adeguato e una motilità normale. L’intervento è riuscito e adesso la ragazzina potrà aver e una vita migliore. Fra tante notizie di ‘malasanità’, ultima quella del pronto soccorso di reggio Calabria dove si ingessano i pazienti col cartone, una notizia che racconta quello che si è stati in grado di fare a Firenze, dà sollievo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here