Home Sport Calcio Perché Carlo Zampa deve tornare a commentare le partite della Roma

Perché Carlo Zampa deve tornare a commentare le partite della Roma

102
0
Perché Carlo Zampa deve tornare a commentare le partite della Roma

Carlo Zampa non commenta più le partite della Roma. La stagione calcistica 2018/2019 è partita senza la storica voce del tifo giallorosso. I supporters romanisti, dopo anni di telecronache esaltanti trasmesse sull’emittente Mediaset, sono stati privati della possibilità di seguire i matches della prima squadra della Capitale con il commento di ‘The Voice’, come è stato ribattezzato dai suoi affezionati sostenitori. Ma quell’urlo strozzato in gola ogni volta che si gonfia la rete, da cui è nata una rubrica ormai divenuta famosa denominata ‘i goal zampati‘, non ha smesso di risuonare nelle orecchie dei tifosi giallorossi. Per capire l’importanza di Carlo Zampa nel contesto della torcida giallorossa basta leggere la biografia del celebre speaker romano realizzata da Massimiliano Bonino.

La biografia

Così veniva scritto nell’aggiornamento datato al 30 ottobre 2014:”• Roma 4 novembre 1959. Tifoso. Voce ufficiale della Roma calcio. «Grazie Dio che m’hai fatto giallorosso».

• «Facevo la radiocronaca per me e tenevo le registrazioni dei gol. Ogni volta inventavo un modo diverso per annunciare il vantaggio della Roma. Poi un giorno telefonai ad Alberto Mandolesi, che teneva una delle prime trasmissioni a Radio Lazio, e lo convinsi ad ascoltare quei gol. La settimana dopo già lavoravamo insieme» (da un’intervista di Gianluca Moresco).

• Di professione è assistente parlamentare al Senato.

GIORGIO DELL’ARTI, scheda aggiornata al 30 ottobre 2014

Lo stile

La dote di Carlo che ho maggiormente apprezzato nell’esercizio della sua professione è l’estrema correttezza e sportività nel commentare le partite della Roma. La sua convinta e profonda Fede Giallorossa non gli ha mai impedito di rimarcare la correttezza delle decisioni arbitrali, anche quando esse erano sfavorevoli alla mia Roma. Dunque non è stato soltanto il suo famoso ‘goooooooolllll’, urlato a squarciagola e ripetuto ad intervalli regolari, a farmi affezionare alla sua presenza in tv col microfono davanti. Il suo è sempre stato uno stile diverso dalla media nazionale, ‘caliente’ e pacato al tempo stesso. Per me rinunciare alle sue telecronache è impossibile, dopo tutti questi anni trascorsi insieme ad esultare per i gol della ‘Maggica’. Quando commenta le partite, lui ha quella capacità di catturarti con quel suo gentile vezzo di assegnare i nomignoli ad ogni giocatore. Per una volta mi perdonerà se glielo rubo, definendolo come quel telecronista gentile e appassionato che non può mancare negli studi di ogni emittente televisiva. Quando su Facebook ho visto l’invito ad aderire al gruppo ‘Date un microfono a Carlo Zampa‘ non ho esitato nemmeno un istante ad accettare. Adesso tocca a me, a tutti noi in verità, firmare la petizione per restituire l’opportunità di commentare le partite e convincere SKY a fare questo acquisto in extremis. Non è forse vero che la campagna acquisti nel resto dell’Europa termina il 31 agosto?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here