Home Economia Crollo Bitcoin, Goldman Sachs fa un passo indietro sulle criptovalute

Crollo Bitcoin, Goldman Sachs fa un passo indietro sulle criptovalute

7
0

Continua l’annus horribilis per Bitcoin e le altre criptovalute, che in questo 2018 non sembrano in grado di proseguire con il forte trend ascendente del 2017. Le ultime notizie rivelano che Goldman Sachs, una delle principali banche d’affari al mondo, abbia rinunciato ad ogni progetto di scambio sull'”oro digitale”.

Crollo criptovalute, Goldman Sachs rinuncia al Bitcoin? 

A lanciare l’indiscrezione – che avrebbe contribuito all’ennesima discesa della capitalizzazione del mercato delle criptovalute – sarebbe stato un business insider di Goldman Sachs. 

La notizia non trova, al momento, conferme da alcuna fonte ufficiale, ma secondo quanto riportato da QuiFinanza potrebbe certamente essere verosimile.

Già negli anni passati c’erano stati grandi momenti di crisi nella (breve) vita del Bitcoin, ma dopo l’impennata del mercato nello scorso anno si pensava ad una definitiva consacrazione delle cryptocurrencies in questo 2018. 

Quale sarà il futuro delle criptovalute, al momento nessuno può saperlo con certezza. Fatto sta che – se confermato – il ritiro di Goldman Sachs dal progetto di scambiare Bitcoin verrebbe interpretato dagli analisti come un segnale fortemente negativo e che potrebbe minare seriamente la “vita” dell’intero mercato cripto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here