Home Politica Decreto urgenze oggi in Consiglio dei Ministri: torna la CIG

Decreto urgenze oggi in Consiglio dei Ministri: torna la CIG

8
0
Decreto urgenze oggi in Consiglio dei Ministri: torna la CIG

Il decreto urgenze riceve lo start dal Consiglio dei Ministri previsto nella riunione del 13 settembre. Il governo giallo verde è al lavoro per sostenere la reindustrializzazione del paese. Al vaglio ci sono le misure a favore delle zone terremotate, gli interventi urgenti per Genova, la sicurezza della rete nazionale delle Infrastrutture e dei Trasporti e il ripristino della cassa integrazione per cessazione aziendale.

Torna la Cig per cessazione

Al primo posto nel decreto urgenze c’è l’abbattimento di uno dei totem del Jobs Act che aveva abrogato l’articolo 18. Sarà sarà ricostituita la cassa integrazione per cessazione. Lo ha detto il ministro Luigi Di Maio, a Gualdo Tadino, dove ha fatto visita allo stabilimento Tagina. “Quando un’azienda delocalizza all’estero e lascia gli operai in mezzo a una strada – ha aggiunto – potremo utilizzare ammortizzatori sociali che possano dare respiro alle famiglie“. Il Jobs act che ha fatto tanti danni verrà smantellato un po’ alla volta.

Il dopo terremoto

Nel provvedimento che reintrodurrà la Cig per cessazione ci saranno nuove misure a favore delle zone terremotate. Al riguardo il ministro del lavoro ha rivelato che ci sarà un nuovo Commissario straordinario alla ricostruzione post terremoto. Nei prossimi giorni l’onorevole Paola de Micheli sarà avvicendata dal nuovo responsabile sul quale nome rimane ancora il mistero. “Non vi dico nulla, lo scoprirete nelle prossime ore“, ha detto Di Maio.

Interventi urgenti per Genova

Sono 12 gli articoli di cui si compone il decreto urgenza per risolvere le criticità della città di Genova conseguenti al crollo del ponte Morandi: criteri e modalità generali per la concessione di contributi per la ricostruzione privata; misure in materia fiscale; disposizioni concernenti il personale; disposizioni in materia di trasporto pubblico locale; ottimizzazione flussi veicolari logistici nel porto di Genova; interventi in corso; zona economica speciale; zona logistica speciale – porto e retroporto di Genova; contributi in favore delle micro, piccole e medie imprese nelle zone colpite dall’evento relativo al crollo del ponte Morandi; sostegno a favore delle imprese danneggiate in conseguenza dell’evento; zona logistica semplificata di Genova; istituzione di una zona franca urbana – Comune di Genova; incremento gettito Iva porti liguri; commissario straordinario per la ricostruzione, la ripresa economica e il sostegno al Comune di Genova; contabilità speciale e ufficio speciale del commissario straordinario.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here