Home Salute Tatuaggi, inchiostri rischiosi: chiesta una normativa di sicurezza

Tatuaggi, inchiostri rischiosi: chiesta una normativa di sicurezza

8
0
Tatuaggi, inchiostri rischiosi: chiesta una normativa di sicurezza
Tatuaggi, inchiostri rischiosi: chiesta una normativa di sicurezza

I dermatologi europei hanno rivolto un appello all’Europa affinché venga preparata una normativa sugli inchiostri per tatuaggi. Al momento, le uniche regole di sicurezza che ci sono riguardano l’igiene, ma si concentrano esclusivamente sulla prevenzione delle infezioni. Su richiesta della Commissione europea, l’Agenzia europea per le sostanze chimiche (Echa) ha messo sul tavolo 2 proposte al fine di migliorare la composizione dell’inchiostro per tatuaggi.

Inchiostri per tatuaggi, sicurezza insufficiente

Ma ancora non basta: le regole “purtroppo sono ancora insufficienti per garantire inchiostri sicuri senza alcun rischio di tossicità e cancerogenicità. Per eliminare le sostanze cancerogene e limitare gli effetti tossici a lungo termine, sono necessarie misure rigorose e limiti di sicurezza ben definiti con metodi analitici appropriati. Gli inchiostri per tatuaggi dovrebbero soddisfare almeno gli stessi standard di sicurezza dei prodotti cosmetici“. A dirlo è Christa De Cuyper dell’Eadv. E in effetti, gli studi gli danno ragione. Sembra che un inchiostro su dieci sia contaminato da batteri. I coloranti utilizzati possono rilasciare sostanze cancerogene. Un altro problema rilevante è la mancanza di un’adeguata e chiara etichettatura dei prodotti. Ma quali sono i rischi? Contaminazione batterica, allergia ed effetti tossici. In molti casi si riscontra come effetto collaterale, la sensibilità al sole.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here