Quali canali utilizzare per fare domanda di reddito di cittadinanza

270
0

Il reddito di cittadinanza è la nuova misura prevista dal governo per aiutare a ricollocare i disoccupati. Il conto alla rovescia è già partito. Si attende solamente la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto dispositivo. Tutte le informazioni utili per presentare la domanda saranno disponibili in un sito. La notizia è stata data dal vice premier Luigi Di Maio che sul reddito di cittadinanza ha fondato tutta la sua campagna elettorale.

Il R.d.C. spetta a chi ha un Isee inferiore a 9.360 euro. In questo nostro altro articolo avevamo spiegato cosa fare per ottenere l’Isee per accedere al reddito di cittadinanza. Si tratta di compilare un modulo che contiene tutte le informazioni anagrafiche e di reddito (Dsu, Dichiarazione Sostitutiva Unica) funzionali alla richiesta. Tra gli altri requisiti per poterne usufruire, occorrerà dimostrare di avere un patrimonio immobiliare (esclusa la prima casa) non superiore a 30mila euro, un patrimonio finanziario non superiore a 6mila euro (20mila per i nuclei più numerosi).

Dal prossimo mese di febbraio, tutti coloro che avranno compilato la Dsu potremmo cominciare a fare la domanda sul sito che verrà messo in rete. Non è l’unico canale attraverso il quale sarà possibile presentarla. Dal 5 marzo sarà possibile recarsi anche presso gli sportelli delle Poste, i patronati delle varie associazioni e i Caf convenzionati. I soggetti ai quali verrà riconosciuta la misura potranno cominciare ad avere il R.d.C. dalla data del 27 aprile 2016.

La somma di €780, di cui si compone il R.d.C., verrà corrisposta attraverso due modalità. Ci sarà l’emissione di una card che dovrà essere ritirata presso le Poste con l’accredito di €500. La somma residua di €280 verrà erogata come contributo all’affitto. Tutto questo a partire dalla consegna della carta che avverrà dopo il giorno 5 del mese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here