A chi è rivolta la nuova pensione di cittadinanza

406
0
Al via Reddito e Pensione di cittadinanza, Azzolina: “Si parte a gennaio 2019”

Chi ha una pensione minima potrà avere quella di cittadinanza. Arrivano finalmente buone notizie per i pensionati che provengono direttamente da Palazzo Chigi. Nel contratto del governo Conte, firmato dalla Lega e del MoVimento 5 Stelle, esiste una misura che punta ad aiutare tutte le persone che hanno una pensione al di sotto della soglia di povertà stabilità dall’Istat che attualmente è di €780: la famosa pensione di cittadinanza. Il nuovo premier Giuseppe Conte, durante il suo intervento al Senato, ha confermato: ‘ci premureremo di intervenire anche a favore dei pensionati che non hanno un reddito sufficiente per vivere in modo dignitoso introducendo una pensione di cittadinanza’.

Aumento della pensione

Dunque, se ora è un pensionato percepisce un assegno di €500 mensili avrà diritto ad un incremento di €280, in modo da poter arrivare alla soglia minima di €780, cifra che aumenta in base al numero di familiari a carico. Per una coppia, ad esempio, la soglia da raggiungere non è più €780 ma €1170. Il disegno di legge presentato dal Movimento 5 Stelle dice che si tratta di una misura simile al reddito di cittadinanza, tale da mettere in regola il diritto per i pensionati. La pensione di cittadinanza è un integrazione al minimo per i pensionati che hanno un assegno di pensione al di sotto della soglia di povertà stabilita dall’ Istat, ossia inferiore a €780 al mese da solo o di €1170 se si tratta di una coppia di pensionati.

In pratica

Se un pensionato ha una pensione di €500 al mese, con la pensione di cittadinanza ottiene un’ integrazione mensile di €280 per arrivare così alla soglia stabilita dei €780. Per ottenere il riconoscimento della pensione di cittadinanza occorre essere in possesso di determinati requisiti. Essa però sarà disponibile solo per chi ha un reddito e un patrimonio insufficiente per vivere dignitosamente e si trova in condizioni di povertà. Per maggiori informazioni rivolgersi all’INPS.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here