Pensioni, notizie 2/10: Boeri boccia la manovra del governo, ‘troppo cara’

2791
0
Pensioni, notizie 2/10: Boeri boccia la manovra del governo
Pensioni, notizie 2/10: Boeri boccia la manovra del governo

Il Presidente Inps, Tito Boeri, non apprezza la manovra sulle pensioni e il lavoro ideata dal Governo Lega-M5S. Tra gli annunci del Governo troviamo l’innalzamento della pensione minima, da gennaio 2019 a 780,00 euro. Troviamo anche quota 100, che porterebbe più di 400mila persone a smettere di lavorare, annullando di fatto in parte la legge Fornero. Il problema, secondo Boeri, restano sempre i costi. La manovra rischia di costare più cara del previsto e di quanto ci possiamo permettere.

Boeri dice no alle pensioni ‘secondo Lega-M5S’

Boeri non condivide l’idea del M5S che la manovra offrirà nuovi posti di lavoro, proprio grazie a chi va in pensione. “Non c’è nessuna garanzia che i giovani vadano a sostituire i nuovi pensionati, dal momento che le aziende reagiscono a seconda delle situazioni in cui si trovano e potrebbero approfittare di questo per gestire lo smaltimento organici. Nella storia del nostro Paese non c’è mai stata la sostituzione dei pensionati con i giovani” ha affermato. Il presidente dell’Inps specifica anche che lo stipendio medio di un lavoratore pensionato con quota 100, non si può rapportare a quello di un giovane al primo impiego. “Questa spesa pubblica aggiuntiva che dobbiamo destinare al pagamento degli interessi del debito pubblico è l’unico vero spreco” conclude.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here