Pensioni, ritocchi alla manovra: simulazione Inps-Mef per Quota 100 e RdC

269
0
Pensioni, ritocchi alla manovra: simulazione Inps-Mef per Quota 100 e RdC
Pensioni, ritocchi alla manovra: simulazione Inps-Mef per Quota 100 e RdC

Pensioni, ultime notizie 7 dicembre – Sarebbe in corso una simulazione dell’Inps e del Mef per trovare i correttivi alla Legge di Bilancio 2019: le modifiche potrebbero interessare la Quota 100 e il Reddito di Cittadinanza.

Sono in corso alcuni calcoli sui costi e sui risparmi che vanno ad incidere sui ritocchi della Legge di Bilancio a proposito del rapporto debito/Pil. La situazione attuale impone una revisione attenta delle due misure che rappresentano il caposaldo del Governo giallo-verde, ovvero Quota 100 e Reddito di Cittadinanza [VIDEO]. Proprio per questo motivo, le ultime notizie che circolano in rete parlano appunto di una serie di simulazioni condotte in queste ore dai tecnici dell’Inps e del Mef per valutare la reale incidenza di queste due misure su tutto l’impianto economico e contabile della manovra economica.

Intanto crescono le preoccupazione circa alcune presunte ‘penalizzazioni’ a cui andrebbero incontro determinate categorie di lavoratori.

Pensioni: in corso una simulazione Inps/Mef su Quota 100 e Reddito di Cittadinanza

Ma facciamo un passo indietro. Nonostante le rassicurazioni del ministro degli Interni, Matteo Salvini, a proposito del superamento della Legge Fornero, resta tuttavia molta preoccupazione su questo aspetto in quanto un’eventuale modifica del suo impianto potrebbe portare a degli svantaggi ‘imprevedibili’ per alcune categorie di lavoratori. Il vice premier Matteo Salvini nelle scorse ore, a proposito della riforma Quota 100, rassicurava con fermezza e convinzione tutti: “Quota 100 partirà a febbraio 2019 [VIDEO] e non conterrà distinzioni o penalizzazioni di nessuna sorta”. Insomma, secondo il leader della Lega, la misura dovrebbe interessare davvero tutti i lavoratori, senza la presenza di limiti, vincoli o paletti, così come qualcuno vorrebbe lasciare intendere.

Quota 100 e le ipotetiche ‘penalizzazioni’

Fermo restando che si tratta solo di indiscrezioni e ipotesi, visto che ancora non è stato reso pubblico il testo normativo di Quota 100, ci siamo chiesti quali potrebbero essere queste ipotetiche penalizzazioni insite nella nuova riforma voluta da Salvini.

Resta un fatto certo: Quota 100 (ma anche il Reddito di Cittadinanza) è uno degli aspetti che riguarda la complicata fase di revisione dei calcoli per modificare la famosa Legge di Bilancio. Fonti ben informate al Mef raccontano di modifiche che potrebbero riguardare i periodi delle finestre in uscita. In questo caso il Governo starebbe pensando proprio di modificare questi periodi, fissati oramai da lungo tempo.In verità, si tratterebbe di un’iniziativa del Premier Conte [VIDEO]anche per andare incontro alle richieste di Junker e per scongiurare in extremis una procedura di infrazione tanto acclarata dall’Unione Europea e criticata dall’opposizione. E’ ovvio che a questa proposta si oppongono sia Matteo Salvini che Luigi Di Maio, i quali ritengono invece assolutamente inopportuno ed eccessivo scendere al di sotto del 2% del rapporto deficit-Pil.

Modifica Legge di Bilancio: ipotesi finestre di uscita della Quota 100 semestrali

In sostanza, la proposta di modifica vedrebbe dimezzato il periodo attuale dedito alle finestre di uscita (4 uscite l’anno).

Dagli attuali tre mesi si passerebbe a sei (due uscite l’anno). Questo slittamento, ovviamente, inciderebbe negativamente su tutti i lavoratori del pubblico impiego, tra i quali anche quelli del comparto scuola. Nel caso specifico le penalizzazioni riguarderebbero il dimezzamento delle attuali finestre in uscita. Il vantaggio per il Governo consisterebbe proprio nel fatto che in questo modo si porrebbe un argine all’uscita in massa dal mondo del lavoro del personale in servizio.

Simulazione politica e contabile per scongiurare la procedura di infrazione EU

Attualmente è in atto un vero e proprio braccio di ferro tra diverse linee di pensiero che ha portato il Premier Conte a rivedere tutte le misure per capire dove potrebbe intervenire per modificare la legge di bilancio. L’incognita di Contesarebbe la seguente: quanto si risparmierebbe o quanto costerebbe modificare alcuni vincoli contenuti nella Quota 100 e nel Reddito di Cittadinanza? Proprio per questo motivo sarebbe in corso una simulazione congiunta tra l’Inps e il Mefper capire meglio quanto incidano queste due misure su numeri complessivi riportati nella manovra finanziaria.

Fonte: TPINews (https://www.tpi.it/2018/12/07/pensioni-quota-100-penalizzazioni/)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here