Al via Reddito e Pensione di cittadinanza, Azzolina: “Si parte da gennaio 2019”

948
0
Al via Reddito e Pensione di cittadinanza, Azzolina: “Si parte a gennaio 2019”

Secondo la sintesi dell’On. Azzolina le due misure partiranno dal prossimo anno solare: il 1° gennaio 2019 prende il via la Pensione di cittadinanza, mentre, giorno 1 Aprile, sarà la volta del Reddito di cittadinanza.

Reddito e Pensione di Cittadinanza: si inizia a gennaio 2019 con la pensione e ad aprile con il reddito

Per quanto riguarda le somme stanziate sia per la Pensione che per il Reddito, ecco cosa ha dichiarato l’On. Azzolina: “Per entrambe le misure saranno stanziati 9,2 miliardi per il 2019, e 11 miliardi sia per il 2020 che per il 2021”, il totale in tre anni si aggira intorno ai 32 miliardi di euro.
Nello specifico, per il reddito di cittadinanza nel 2019 saranno approntati 5,2 miliardi; a questi si sommeranno ulteriori 2 miliardi per la riforma e il potenziamento dei centri per l’impiego e, infine, 2 miliardi per l’erogazione dell’assegno pensionistico.

La stessa On. Azzolina, precisa anche quali saranno i criteri e le modalità per ricevere i contributi suddetti. A beneficiare del reddito di cittadinanza – spiega la nota esponente pentastellata – saranno circa 6mln di persone. A questi dovrebbero aggiungersene altrettanto con la Pensione di cittadinanza.

Per usufruire del contributo (780 euro) relativo al reddito di cittadinanza bisognerà prendere parte obbligatoriamente a programmi di formazione organizzati e gestiti direttamente dai nuovi centri per l’impiego. Per tali strutture è prevista una vera e propria riforma con il potenziamento organizzativo in linea con i migliori esempi internazionali, in particolare con il famoso e blasonato modello tedesco. Affinché ciò avvenga – conclude l’On. Azzolina – il costo previsto sarà pari a 1,5 miliardi di euro.

Per quanto riguarda i tempi di erogazione, l’esponente pentastellata delinea la road map: per le pensioni di cittadinanza gli assegni saranno erogati dal 1° gennaio 2019; per il reddito di cittadinanza il contributo partirà dal 1° aprile 2019. I quattro mesi serviranno per l’organizzazione e il buon funzionamento dei nuovi centri per l’impiego.

On. Azzolina: “Reddito e Pensione di cittadinanza non sono forme di assistenzialismo”

A proposito delle critiche su queste due misure, ecco cosa dichiara l’On. Azzolina: “Non c’è nessun assistenzialismo e non paghiamo nessuno per stare sul divano: dal lato della domanda il reddito permette di aumentare i consumi ed abbattere la povertà, mentre dal lato dell’offerta permette alla forza lavoro di riqualificarsi. Gli imprenditori avranno quindi risorse qualificate a costo zero”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here